Se siete come me, vi siete spesso ritrovati sul divano, sintonizzati su qualche vecchio canale a vedere show in cui qualcuno deve organizzare un matrimonio in grande stile attenendosi ad un budget molto rigido. Purtroppo, per tutti noi, questa non è una realtà troppo lontana. I matrimoni sono molto costosi e le coppie ormai non riescono più a permettersi quei grandi ricevimenti in grande stile che spesso si vedono in TV o ai quali eravamo abituati da bambini. Secondo un sondaggio svolto nel 2017, i matrimoni costano in media circa 30.000€, escludendo extra come la luna di miele e un eventuale trasporto degli invitati.

Ci sono un sacco di spese di cui dover ovviamente tenere conto: l’abito della sposa e dello sposo, i fiori, il fotografo, gli anelli, il trasporto, il cibo, regali per i testimoni, bomboniere, decorazioni e ovviamente la ricerca della location perfetta. Quando bisogna raccogliere tutta la propria famiglia e i propri amici in un solo luogo, gli sposi e le spose di tutto il mondo devono sempre cercare di fare i salti mortali per restare fedeli al proprio budget pur trovando un luogo di qualità. Ovviamente a tutti piacerebbe trovare una sala per feste ad un prezzo ragionevole in cui poter celebrare il nostro matrimonio, e una nuova applicazione chiamata Peerspace pare di essere arrivata in soccorso di tutti gli sposi che devono mantenere i costi al minimo. Questa app si vanta di offrire ogni tipologia di spazio ricreativo senza necessariamente dover spendere una fortuna.

Secondo Peerspace in persona, la coppia media spende circa 2000€ per prenotare una location per il proprio matrimonio sulla app (dati del 2017), mentre la media nazionale raggiunge persino i 15000€. Una differenza notevole quando si guarda il quadro generale dell’organizzazione di un evento. A parte aiutare le coppie a trovare una location a prezzi modici, Peerspace offre un’opzione di pianificazione eventi che aiuta a risparmiare del denaro con opzioni alternative di rinfresco, suggerendo di inviare inviti cartacei soltanto agli amici più stretti e alla famiglia, e cercando un coordinatore locale che possa essere meno costoso di un tradizionale wedding planner per chi ha bisogno di aiuto nell’organizzazione generale dell’evento.

Ovviamente l’app non sta suggerendo alle coppie di risparmiare su qualsiasi cosa, ma solo di cercare di ridurre le spese inutili e rimanere più concentrati su quelle cose che si considerano più importanti (per alcuni è la necessità di un menù di classe, per alti un abito che lasci tutti a bocca aperta, per altri ancora la possibilità di avere musica dal vivo e far divertire gli ospiti sulla pista da ballo). Il consiglio è sempre quello di parlare francamente e decidere quali di queste cose riusciranno davvero a rendere il vostro matrimonio un evento memorabile per voi e per tutti i partecipanti.